image image image image
Il cruscotto digitale del futuro
Nuova Tucson N Line
Nuova Nissan GT-R
Transit Smart Energy

  • TOY STORY 4
    Woody e la banda di giocattoli più amati del grande schermo tornano con una nuova...
  • E’ caccia al biglietto
    E’ caccia al biglietto per la grande serata di boxe del 26 aprile a Firenze:...
  • SECONDA EDIZIONE DEL MXGP D’ITALIA
    Formula Imola comunica che dalla data del 4 aprile è aperta la prevendita on-line...
         

 

Cerca GiocatorePer accedere al servizio la registrazione è obbligatoria. Dopo potrai conoscere e comunicare con i giocatori/trici del tuo stesso livello per organizzare incontri sportivi, scambiare informazioni su tutte le discipline sportive.

Cerca ImpiantoPer inserire il tuo impianto/società/negozio inviaCi un e-mail con i tuoi dati a  info @ sportiamoci.it, sarà cura dei nostri collaboratori ricontattarVi

Qualche difficoltà in più del previsto nella vittoria con Atripalda

Risultato come da pronostico al Pala Grotte per la Bcc Nep Castellana Grotte che batte il fanalino di coda Atripalda nell'ultima gara casalinga dell'anno faticando però qualcosa in più del previsto. Gli Irpini riescono a vincere un set e lottare sino alla fine nel quarto con gli uomini di Di Pinto apparsi un po' stanchi ma comunque sempre in grado di portare la partita dalla loro parte. Ci ha pensato Roberto Cazzaniga, entrato nel terzo set, a risollevare gli animi dei propri compagni dopo l'inattesa vittoria del secondo set da parte degli ospiti. Molto positivo in attacco e in battuta, Virus ha chiuso la gara proprio con un servizio vincente regalando i tre punti alla Bcc Nep che adesso potrà riposare qualche ora in più prima di riprendere la corsa su Segrate alla quale ha oggi rosicchiato un punto. Atripalda ha fatto quello che ha potuto e forse anche di più con l'ingresso del castellanese Marcello Bruno al posto di Scialo' e spostando l'ungherese Nemeth in posto due, Lorenzoni è riuscito a dare più equilibrio alla squadra ed anche maggiore incisività in attacco.

Fra i pugliesi in campo Salgado dall'inizio al posto di Elia al centro insieme a Giosa, Castellano, sia pur non al meglio, e Maric in banda, Milushev in diagonale con Falaschi e Cicola libero: formazione preventivata per gli irpini con Scialo' opposto a Paris palleggiatore, D'Avanzo e Cuomo al centro, Nemeth e Gallotta martelli, Coppola libero. Ancora indisponibile il brasiliano De Paula. Grandi applausi ad inizio match per i tre ex Bruno, come detto, Gallotta e Lorenzoni.

LA CRONACA

Primo parziale a senso unico con l'attacco castellanese in grande spolvero (72%) e partita che scivola via in maniera quasi imbarazzante. Salgado fa sentire la sua presenza anche a muro ed è lui a chiudere il parziale 25-15.

Attripalda è brava a non mollare cosa che succede invece a Castellana che non azzanna la preda e consente agli irpini una buona reazione anche grazie all'ingresso dell'ex Marcello Bruno in posto 4 con lo spostamento di Nemeth opposto al posto di Scialo'.Il set è avvincente e prosegue a strappi con Di Pinto pronto a cambiare i suoi attaccanti che non girano come nel primo parziale. Proprio l'ungherese Nemeth è il protagonista per gli ospiti (7 punti nel set) con gli errori pugliesi in attacco (ben 6) a regalare il pareggio agli ospiti, 25-27

Nel terzo set c'è Cazzaniga con Maric e Rodriguez alle bande; la musica cambia con attacco e muro che sfondano senza problemi ed il 25-12 ne è la naturale conseguenza

Nel quarto set la stioria si ripete con la Bcc Nep a corto di concentrazione e i campani che ne approfittano: nonostante il muro efficace dei pugliesei (18 i vincenti in gara) Atripalda riesce a passare anche con l'ex Gallotta; proprio lo schiacciatore salernitano insieme all'errore in attacco pugliese siglano il massimo vantaggio ospite, 15-19, poi il time out di Di Pinto da i suoi frutti con tre punti consecutivi di Salgado, Rodriguez ed Elia (che aveva rilevato Giosa), 18-19. Di nuovo Rodriguez e un ottimo Cazzaniga impattano a 21 poco prima che il muro di Salgado regali il vantaggio ai padroni di casa, 23-22; Bruno firma l'ultimo pareggio a 23 perchè negli ultimi due scambi la protagonista è la battuta, sbagliata quella di Cuomo, vincente quella di Cazzaniga per il 25-23 che riporta i tre punti in casa pugliese e che forse regala qualche sicurezza in più agli irpini che proveranno con tutte le forze a tirarsi fuori dai bassifondi della classifica

Leggi tutto...

Finale spettacolo e successo 69-73 a Treviglio

Di Lorenzo: “I ragazzi sanno fare le cose giuste al momento giusto”

Si rischia di diventare ripetitivi ma c’è poco da fare. Ancora una volta la Paffoni porta a casa un successo. Il tredicesimo centro su quattordici partite. Una sola sconfitta a Ferentino. Una sorta di tirannia nella propria division nella quale la squadra rossoverde guida con 8 punti di vantaggio sulle inseguitrici Torino e Treviglio stessa. Miglior punteggio di tutto il campionato di Divisione Nazionale A, con le seconde migliori che sono Trieste Napoli e che sono staccate di 4 punti. A Treviglio contro la Co.Mark la Paffoni ha sofferto ma non ha mollato. Con Saccaggi ancora non al meglio e con Franco Prelazzi ancora in panchina i rossoverdi si sono resi protagonisti di un finale da vero e proprio delirio cestistico ed hanno recuperato uno svantaggio di 9 punti che Treviglio pareva poter gestire. Finale 69-73. Il pubblico presente nella bergamasca (che è giunto anche con il pullman della AKB) ha potuto esultare, espugnando un palasport che spesso nel passato è risultato indigesto.

Leggi tutto...

 

Divisione Nazionale C – Girone I - Stagione Sportiva 2011/2012

PALL. MARSALA - AMATORI BASKET MESSINA 61-69

Quarta vittoria consecutiva per l'Amatori Messina che supera sul parquet di Petrosino il Marsala. Peloritani che dopo tre quarti in equilibrio prendono un discreto vantaggio nel quarto parziale e lo difendono fino alla sirena. Nero-arancio che blindano il quarto posto e si portano a una sola vittoria dalla seconda piazza.

 

Quarta vittoria consecutiva per l'Amatori Basket Messina che completa al meglio il ciclo terribile di tre gare in nove giorni con tre affermazioni nette che regalano ai peloritani la quarta posizione solitaria. Sul parquet di Petrosino Carnazza e soci hanno saputo soffrire e superare alla lunga la resistenza dei padroni di casa per conquistare due punti pesantissimi che consentono ai peloritani di blindare la lusinghiera posizione di classifica che li vede a soli due punti dalla coppia in seconda posizione Acireale - Racalmuto.

Inizio poco positivo con Messina subito sotto 9-2 e con la tegola dell'infortunio di Gianni Vecchiet (sospetta microfrattura per il friulano); Anselmo vorrebbe chiamare subito time out ma Fazio con un recupero e Carnazza con una tripla raddrizzano il punteggio. Festino fa soffrire Restuccia e compagni sotto le plance, ma quando Messina riparte in velocità è micidiale ed arriva anche il primo vantaggio del match grazie a Fazio e il massimo vantaggio grazie a cinque punti di Restuccia (11-17). Un break di 5-0 da parte dei padroni di casa con Saccà che segna sulla sirena fissa il punteggio del secondo parziale sul 15-17.

Leggi tutto...

CALCIO  A  5 – SERIE A2 – GIRONE A – 12^ GIORNATA

La doppietta del pivot milanese trascina il Toniolo in Sardegna.

DOMUS DE MARIA (CA) – Servivano tre punti e tre punti sono arrivati. Il Comelt Toniolo Milano vince una sofferta partita sul campo della Domus Chia, fanalino di coda della classifica, dando segnali importanti per tenere in piedi speranze di salvezza. La squadra di Daniele Sau, senza la classe di Maosky e l'elettricità di Ghezzi, è riuscita a portare a casa tre punti fondamentali grazie alla doppietta di Cristian Battaia, tornato con più continuità al gol.

Gol che pesano per il bomber milanese dopo la doppietta col Civitanova e il sigillo contro il Chieti, arrivando a quota 10 reti nella classifica marcatori. Seppur soffrendo soprattutto nel concitato finale, il Toniolo ha meritato la vittoria grazie alla quale, con l’ormai certa esclusione dell’Ascoli che toglierà ai milanesi tre punti, mette i bianco verdi al terzultimo posto, allontanandosi dall’ultimo, unico con retrocessione diretta.

Mister Sau nonostante il ritorno di Pisante dopo i problemi fisici, ha dovuto fare a meno di Maoski, Ghezzi e M’Bow, che ha ristretto la rosa creando una situazione pericolosa in una gara cosi delicata. Per fortuna e per meriti propri le cose sono girate nel modo giusto, ristabilizzando una situazione che stava uscendo dai binari troppo precocemente.

Ora sono previste due partite infrasettimanali a cavallo del Natale: la prima sarà mercoledì 21 per l’ultima gara del girone d’andata contro il Verona per chiudere l’anno con la prima di ritorno mercoledì 28 contro la Brillante Roma.

DOMUS CHIA - COMELT TONIOLO MILANO 1-2 (1-1)

DOMUS CHIA: Lecca, Mereu, Cossu, Lulliri, Agus, Cherchi, Piddiu, Leal Zara Maykon, Boi, De Agostini, Granella, Secci All.: Perra

COMELT TONIOLO MILANO: Murdaca, Intini, Arcuri, Martinello, Pisante, Da Silva, De Mello, Parenti, Peverini, Tumino, Battaia. All.: Sau

ARBITRI: Gianantonio Leonforte (Vicenza), Francesco Marinaro (Pinerolo) Crono: Fausto Sessego (Cagliari)

MARCATORI: 8’ Cherchi (D), 10’ Battaia (CT) del p.t.; 5’ Battaia (CT) del s.t.

Andrea Pavanello

Ufficio Stampa Comelt Toniolo Milano

 

 

FACEBOOK

Newsletter



" Se la vita non ti offre un gioco che valga la pena giocare inventane tu uno nuovo!"
-Chiara da Treviso-



"Chi segue gli altri non arriva mai primo"
-Giulio da Torino-


inviaci le tue citazioni all'indirizzo info@sportiamoci.it

Aggregatore notizie RSS