image image image image
Il cruscotto digitale del futuro
Nuova Tucson N Line
Nuova Nissan GT-R
Transit Smart Energy

  • TOY STORY 4
    Woody e la banda di giocattoli più amati del grande schermo tornano con una nuova...
  • E’ caccia al biglietto
    E’ caccia al biglietto per la grande serata di boxe del 26 aprile a Firenze:...
  • SECONDA EDIZIONE DEL MXGP D’ITALIA
    Formula Imola comunica che dalla data del 4 aprile è aperta la prevendita on-line...
         

 

Cerca GiocatorePer accedere al servizio la registrazione è obbligatoria. Dopo potrai conoscere e comunicare con i giocatori/trici del tuo stesso livello per organizzare incontri sportivi, scambiare informazioni su tutte le discipline sportive.

Cerca ImpiantoPer inserire il tuo impianto/società/negozio inviaCi un e-mail con i tuoi dati a  info @ sportiamoci.it, sarà cura dei nostri collaboratori ricontattarVi

Purtroppo la trasferta di Isernia è stata ancora fatale per il Città di Castello che torna senza punti dal Molise. Il 3-1 per la Cicchetti chiude un periodo in cui la GHERARDI SVI ha ottenuto cinque vittorie di fila e 14 punti in classifica. Sicuramente c’è rammarico per non aver raccolto nulla anche ieri, soprattutto per il terzo set in cui Giombini e compagni si sono trovati avanti 10-6 per poi finire riagguantati dai padroni di casa:”Sicuramente la prestazione della squadra – afferma a mente fredda coach Andrea Radici -- non è stata brillante come quella a cui ci aveva abituato in questo scorcio di campionato. Purtroppo, anche in quei momenti nei quali eravamo avanti, non abbiamo trovato la forza per dare continuità a quello che eravamo riusciti a fare, nonostante le difficoltà che l’avversario in grande giornata ci aveva proposto, nel secondo set. Nel contempo dobbiamo considerare che non è stata una giornata brillante in attacco. Perciò è necessario archiviare la partita, dopo aver sottolineato però che la squadra ha dato il massimo in questo periodo e il calo di tensione, assieme alla gran partita di Isernia, c’ha tolto sicurezza anche perché eravamo alla terza partita in 7 giorni, due delle quali in campi difficili. Guardiamo subito all’immediato futuro e ci apprestiamo a preparare l’ ultima di andata con attenzione e piglio”.

Domenica al “Pala Ioan” arriva la Che Banca! dei tanti ex (Moretti, Di Manno, Vedovotto) per la fine dell’andata che decreterà anche le posizioni in vista dei quarti di finale di Coppa Italia.

La preparazione della GHERARDI SVI riprenderà domani alle ore 16 con una seduta di pesi presso la palestra “Elitè” del preparatore atletico Prof. Fausto Franchi e con l’allenamento tecnico alle ore 18 al “Pala Ioan”.

CITTA’ DI CASTELLO PALLAVOLO Soc. Coop. S.D. a R.L.

Ufficio Stampa

Stefano Signorelli

LILLIPUT PALLAVOLO SETTIMO – FAMILA HABIMAT CHIERI 3-1 (25-17; 24-26; 25-23; 25-15)

La formazione biancoblu si conferma bestia nera della Famila Habimat Chieri conquistando la terza vittoria in altrettanti confronti diretti stagionali tra campionato e Coppa Italia di B1. Davanti al proprio pubblico, caloroso e numeroso per la sentita sfida con le rivali storiche, la Lilliput mette le mani sull’intera posta in palio al termine di una sfida che la conferma al quinto posto, con sole due lunghezze di ritardo dalla terza piazza.

Reduci da due sconfitte, Francesca Sirchia e compagne si presentano all’appuntamento con la Famila Habimat con la giusta carica agonistica, fortemente determinate a tornare alla vittoria. Dopo un avvio di gara in cui è il Chieri a farsi preferire, il sestetto di Massimo Moglio si porta a condurre grazie alla buona efficacia al servizio della centrale Marianna Bogliani ed ai punti in fase offensiva della schiacciatrice Federica Biganzoli, top scorer del match. La squadra ospite tiene fino al 13-11, poi si stacca faticando a digerire i servizi di Yasmina Akrari ed a mettere la palla a terra in attacco.

Leggi tutto...

La Bluenergy Novara torna da Alessandria con due punti d'oro in tasca. Due punti d'oro soprattutto perché arrivati da una partita che non si era messa per niente bene: all'intervallo Novara era sotto di 13 punti e l'inerzia era tutta dalla parte dei padroni di casa. Poi una reazione, quella decisiva, che ha raddrizzato la partita permettendo un successo di fondamentale importanza in questo momento della stagione (71-76). Era una partita difficile anche perché Alessandria era motivata per il cambio dell'allenatore, per l'arrivo di Padova, senza dimenticare che questa squadra è quella che lo scorso anno si è giocata la promozione contro il Cus Torino. Il primo quarto ha visto prevalere gli attacchi sulle difese, ma più per demerito di queste ultime che per le alte percentuali. Poi la Bluenergy è andata sotto, attaccando male, con la Zimetal ha preso il largo. Al rientro dalla pausa lunga la Bluenergy cambia faccia: viene fuori la vera Novara, sopratutto in difesa. Un ottimo Degiovanni limita molto Ogliaro e tutta la squadra ne beneficia. Gli ospiti fanno il parziale che li riporta a contatto. Nell'ultimo quarto la Bluenergy mette il naso davanti e riesce a fatica a mantenerlo non giocando bene come ne terzo quarto. Tirando le somme quando Novara difende bene, attacca anche meglio. Ma a prescindere dalle considerazioni su questa singola partita per la Bluenergy è stata una vittoria estremamente importante e di grande valore per il campionato.

LIVORNO. Le due squadre livornesi di C1 chiudono con due sconfitte il loro 2011. I Lions Amaranto hanno perso nel big match dell'ottava giornata sul terreno degli Emergenti Cecina 30-23 (4-1 in classifica), mentre il Livorno Rugby cadetto ha perso in casa contro l'imbattuta capolista 13-40 (0-5 in classifica). Ora il torneo va in letargo per cinque settimane. Alla ripresa, il 15 gennaio 2012, andrà in scena il derby Lions – Livorno cadetto.
LIONS AMARANTO. A Cecina i Lions hanno incassato la loro terza sconfitta del torneo. Una sconfitta grave, rimediata al cospetto di una diretta concorrente della zona alta della classifica. Una sconfitta che, tuttavia, non pregiudica la stagione, anche alla luce del ko del Sesto ad Arezzo. I Lions, che a Cecina hanno raccolto comunque un punticino, resistono – sia pure in compagnia dello stesso Sesto – sul terzo gradino, con sei lunghezze di ritardo dagli stessi cecinesi. Il Firenze cadetto appare di una spanna superiore a tutti quanti, ma la corsa per la piazza d'onore non si è certo chiusa, per i Lions, a dieci giornate dalla fine della regular season. A Cecina è andato in scena un derby tremendamente equilibrato. Il pareggio avrebbe rispecchiato con più fedeltà l'andamento dell'incontro. Primo tempo chiuso su un salomonico 8-8 (per gli ospiti meta di Paris e piazzato di Isozio). Botta e risposta anche nella ripresa. Al 79', la situazione è sul 23-23 (per gli amaranto una meta ciascuno di Giusti e Giugni e altri cinque punti di piede di Isozio). All'ultimo secondo, la meta trasformata dei cecinesi decide la sfida. Lions in campo con: Valente; La Russa, Bartoli, Mazzotta, Santoni; Isozio, Pacini F.; Rossi (Ibraliu), Sarno (Ciapparelli), Scardino; Paris, Siviero; Giugni, Salvo, Giusti. In panchina: Bassano, De Robertis, Quilici, Lopez e Masè. All.: Bertolini-Conflitto.

Leggi tutto...

FACEBOOK

Newsletter



" Se la vita non ti offre un gioco che valga la pena giocare inventane tu uno nuovo!"
-Chiara da Treviso-



"Chi segue gli altri non arriva mai primo"
-Giulio da Torino-


inviaci le tue citazioni all'indirizzo info@sportiamoci.it

Aggregatore notizie RSS